Torna alla manifestazione Logo manifestazione
Academy In presenza

Il codice del futuro: le principali novità [AD.11]

17 Maggio dalle 14:00 alle 14:50

Sala Academy 1

Indirizzo copiato negli appunti

Il nuovo Codice dei Contratti pubblici (Dlgs 36/2023) è stato pubblicato il 31 di marzo e le sue disposizioni diventeranno efficaci il primo luglio.

Ci sono quattro mesi per prepararsi alle novità, alcune delle quali molto molto significative, sia in termini di approccio complessivo alla materia dei contratti pubblici, sia in relazione ad aspetti specifici, quali, ad esempio, la regolamentazione del subappalto e dei contratti che ne sono esclusi, il ruolo del RUP (che non è più l’acronimo di Responsabile Unico del Procedimento, ma di Responsabile Unico del Progetto), i livelli di progettazione, l’appalto integrato, gli affidamenti sotto – soglia, i partenariati pubblico privati e molto altro ancora.

La nostra Academy si propone di illustrare sinteticamente le modifiche ritenute più rilevanti per gli operatori del settore, tanto dal lato della PA quanto da quello del mercato.

Programma dei lavori

  • Docente

    •  Paola Conio
      Paola Conio

      Avvocato Cassazionista, Senior Partner dello Studio Legale Leone

      Sin dal 1989 si è occupata di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, prestando la propria consulenza e assistenza stragiudiziale e giudiziale a stazioni appaltanti, anche dei settori speciali, ed operatori economici, sia per la fase di affidamento che per quella di esecuzione delle commesse.

      E’ inserita nella long list ITACA, organo tecnico della Conferenza delle Regioni, degli “Esperti in materia di contratti pubblici”.  E’ Senior Consultant per Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano sui temi del Procurement Pubblico

      Ha svolto e svolge attività di docenza in materia di contrattualistica pubblica, inclusi i partenariati pubblico privati e il Green Public Procurement per primari Istituti e Enti tra i quali il Politecnico di Milano, l’Università di Roma “La Sapienza”, la SNA (Scuola Nazionale dell’Amministrazione) ed altri.